Benvenuti!

Benvenuti! Qui troverete Libri e Film, con Trama (un po'), Recensione e Trailer

giovedì 26 agosto 2010

- Fragile

- Genere: Horror - thriller
Nazionalità spagnola - Anno 2005 

- Regia: Jaume Balaguerò
- Sceneggiatura e Soggetto: Jaume Balaguerò e Jordi Galceran
- Scenografia: Alain Bainee

- Attori:  Calista Flockhart, Yasmin Murphy, Richard Roxburg, Elena Anaya, Gemma Jones, Susie Trayling, Colin McFarlane, Ivana Vaquero, Daniel Ortiz 

- Trama, Recensione e Trailer
L’infermiera Amy, lasciandosi alle spalle un presente e un passato prossimo doloroso e difficile, si appresta a cambiare pagina con un nuovo lavoro in un posto lontano.
La sua anima si agita ancora di antiche paure e spesso fa fatica a cacciare indietro l’ansia che l’assale, ma stavolta vuole mettercela tutta!  Nell’ospedale in cui si sta recando, il Mercy Falls Children's, ci sono tanti bambini che hanno bisogno della sua assistenza, ed è per loro e per se stessa che vuole essere una persona diversa. L’impatto con la nuova realtà però non è delle più semplici. La grande struttura ospedaliera è peggio di quello che si aspettava, si eleva inquietante e isolata, enorme, rivelando tutto il suo aspetto di spettrale desolazione.
L’interno non è da meno, un’ala è già stata sgomberata per essere trasferita in altra sede e il resto lo sarà appena possibile. Caos e scatoloni ovunque. Il reparto pediatrico, che è quello di sua competenza, è l’unico rimasto ancora attivo, anche se in verità i piccoli occupanti sono ormai pochi e il personale medico si conta sulle dita di una mano. Capisce subito che qui la situazione è molto seria, appena sarà possibile sgomberare tutto, l’ospedale dovrà essere demolito perché ormai non più sicuro. Ci sono dei bambini che dovrebbero essere trasferiti al più presto, ma accadimenti inquietanti non lo rendono possibile. Ad ostacolare le operazioni di evacuazione ci pensa purtroppo il maltempo che imperversa e un incidente ferroviario in prossimità della zona. Non è solo questo che la spaventa di questo posto, c’è dell’altro, accadono cose molto strane, i bambini sono terrorizzati da qualcosa, alcuni di loro inoltre, inspiegabilmente presentano delle fratture che compaiono senza nessuna causa apparente e circola voce che al piano di sopra dello stabile, ormai in disuso da tempo, viva una misteriosa bambina di nome Charlotte, definita dai più piccoli “la bambina meccanica”! Nella notte poi, si odono strani e sinistri rumori…
Tante cose devono ancora accadere, naturalmente non sarò io a raccontare tutto, il resto basta scoprirlo con la visione del film!

- Buona la prova recitativa di Calista Flockhart, che dimostra come sia capace di dare vita ad un personaggio che è l’opposto dei soliti ruoli interpretati. In questo caso in abiti dimessi e con poco trucco, con le sole armi della sua espressività, riesce a trasmettere al meglio le emozioni della umile e contrastata infermiera Emy.
Nel cast d’attori figurano molti bambini, tra loro come non ricordare la piccola Yasminh Murphy, che impersona splendidamente Maggie. Davvero intenso e commovente il suo personaggio. A rendere ancor più angoscianti e coinvolgenti certi momenti del film, contribuiscono le ambientazioni cupe e claustrofobiche e certe atmosfere che ricordano quelle alla The Ring. Peccato solo che verso la seconda parte del film la trama vada molto sull’esagerazione, rovinando un po’ la suspence ottimale raggiunta fino a quel momento. In ogni modo buon uso degli effetti speciali, anche se in molti casi si va davvero un po’ fuori misura e il troppo stroppia! Tensione e brividi sono in ogni caso assicurati e a sorpresa il finale può anche rubare qualche lacrima. Buona la colonna sonora. Un film che consiglio specialmente agli amanti del genere horror,thriller e nonostante la tensione arrivi spesso su livelli alti, poco di terrificante viene mostrato (a parte qualcosa), non ci sono scene sanguinolente e troppo esplicite di uccisioni ecc…adatto quindi anche ad un pubblico facilmente impressionabile. Per il tema trattato è invece assolutamente sconsigliato ai più piccoli.

- Curiosità
Come ho accennato sopra, il regista Jaume Balaguerò, ha sviluppato la trama su un fatto accaduto nella sua infanzia, su dei suoi ricordi diventati indelebili, che lo hanno talmente impressionato da non riuscire a rimuoverli più dalla mente, tanto da farne addirittura un film! Bisogna andare indietro nel tempo, a quando Balaguerò bambino per un lungo periodo, a causa di una grave bronchite, fu costretto a rimanere immobile e per lungo tempo in un reparto d’ospedale. Pare che lì abbia appreso di una storia macabra che i piccoli ricoverati si confidavano segretamente e che parlava di un qualcosa di terribile accaduto in quel posto, di una presenza ancora nascosta in qualche recesso della struttura, di lamenti e pianti che si udivano nella notte. Per un bambino di appena nove anni quella storia doveva essere sembrata più che terrorizzante!


- Trailer

1 commento:

Guadagna online

beruby.com - Guadagna acquistando online