Benvenuti!

Benvenuti! Qui troverete Libri e Film, con Trama (un po'), Recensione e Trailer

mercoledì 14 novembre 2012

- Argo


Genere: thriller, drammatico, azione

Autori: Antonio Mendez e Matt Baglio - 2012

Traduzione italiana di Laura Santi e Sara Crimi.
Il libro è pubblicato in Italia da Mondadori - 30 ottobre 2012


- Gli autori: 


Antonio Mendez
E’ nato nel 1940 a Eureka, un piccolo centro del Nevada, da una famiglia di modeste condizioni. Orfano di padre a soli tre anni, ha vissuto l’infanzia e l’adolescenza con la madre Neva June Tognoni, con le due sorelle e il fratello. Insieme a quest’ultimo si è dato parecchio da fare svolgendo umili e faticosi lavoretti nelle zone limitrofe. Tutto si avvia verso un binario diverso, quando nel 1965, rispondendo a un annuncio, accetta di entrare al servizio della CIA, svolgendo dapprima il ruolo di artista grafico-falsificatore e diventando più avanti un agente tecnico sotto copertura. Mendez ha partecipato a varie missioni internazionali, fino a diventare, nel 1974, capo del settore travestimenti. Ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti, tra cui quello di essere uno dei cinquanta migliori agenti della CIA. Ha svolto questa attività per ben ventiquattro anni. Ormai si dedica alla sua innata passione, la pittura. Vive con la famiglia nel Maryland e negli ultimi anni ha scritto altri due libri di spionaggio, Spy Dust e The Master of Disguise.

Matt Baglio
E’ nato in California a San Diego, nel 1973. Nel 1996 si è laureato in letteratura inglese presso l’università della California UC Santa Barbara. In seguito si è trasferito a Los Angeles, dove ha scritto parecchie pubblicazioni come freelancer. La sua passione per il giornalismo e per la scrittura, può trovare la massima espressione nel 2000, quando, dopo il trasferimento a Roma, inizia a svolgere l’attività di libero professionista per alcune importanti pubblicazioni. Inoltre, nel 2005, intraprende un percorso che segnerà positivamente la sua futura carriera di scrittore. Si iscrive a un corso presso l’università vaticana e stringe una lunga amicizia con un sacerdote che studia per diventare esorcista. Da questa esperienza nasce un libro, Matt Baglio lo scrive pochi anni dopo e ha il famoso titolo di “The rite: The naking of a modern day exorcist”, in italiano "Il Rito - Storia vera di un esorcista di oggi". Un romanzo di successo, che ha fatto il giro del mondo. L’ultima fatica letteraria di Matt Baglio è Argo, scritto in collaborazione con Antonio Mendez.


- Trama e Recensione del libro


La trama del libro ci porta a Teheran, nel 1979, in un periodo non facile, dominato da un caos rivoluzionario, fomentato da piccole bande criminali fortemente devoti al mullah.
L’ambasciata americana, nonostante l’atmosfera pregna di pericolo e l’eventualità tutt’altro che remota di subire un attentato, preferisce ridurre il suo organico, piuttosto che optare per la completa chiusura della sede. Purtroppo, gli alti vertici trovano sconveniente una soluzione troppo drastica, dal momento che ci sono molti interessi in ballo, sia sul fronte strategico che petrolifero. Questo clima di pericolosi disordini, diventa ancor più incandescente dopo l’arrivo in America dello scià Mohammad Reza Pahlavi, accolto dal presidente Jimmy Carter come rifugiato, perché affetto da linfoma e quindi bisognoso di urgenti cure.
La situazione a Teheran si complica notevolmente e il pericolo di rappresaglie da parte dei ribelli si rivela ben presto un’amara realtà. Un folto gruppo di militanti, composto anche da donne, bambini e studenti, invade l’ambasciata statunitense, adducendo il diritto a mettere in atto una pacifica manifestazione. Ben presto però, ci si rende conto che quella folla variegata serve solo per camuffare un feroce attacco studiato fin nei minimi dettagli. Poco dopo, più di cinquanta diplomatici americani si ritrovano prigionieri dei militanti iraniani ribelli. E’ l’inizio dell’incubo, che mette l’America in allerta e in apprensione per la sorte dei suoi connazionali tenuti in ostaggio e che i rivoluzionari intendono liberare solo in cambio dell’estradizione dello scià. Tuttavia, nel caos generale, sei uomini del corpo diplomatico americano sono riusciti a fuggire da una porta secondaria, trovando poi ospitalità presso l’abitazione dell'ambasciatore canadese Ken Taylor.
Da questo momento entra in gioco l’abilità di Tony (Antonio) Mendez, un valido agente tecnico operativo della CIA, chiamato a occuparsi della spinosa questione, perché in precedenza ha già dato prova di abilità e temerarietà, portando avanti con successo alcune importanti missioni. Nell’attuale contesto, non delude certo le aspettative e si getta a capofitto nell’impresa. Spetta a lui il compito di organizzare il salvataggio dei sei americani, prima che i dissidenti li trovino e li passino per le armi. L’operazione è molto rischiosa, ma l’ingegno di Mendez mette in atto un piano singolare e all’apparenza strampalato. Nasce così un finto film fantascientifico chiamato Argo, viene approntata una fantomatica  troupe cinematografica e adducendo la motivazione di dover girare alcune scene  in una ottimale location mediorientale, Mendez e i suoi collaboratori portano avanti un piano che ha dell’incredibile.

- Le pagine del libro portano il lettore nel vivo della storia, ed è proprio uno degli autori, Antonio Mendez, a raccontare i punti salienti di un’emozionante vicenda dai risvolti imprevedibili. Qui tuttavia, non si tratta di fantasia, i personaggi sono reali e gli accadimenti sono un concentrato adrenalinico di vita vissuta. In quell’incerto periodo successivo al drammatico 4 novembre 1979 c’era proprio Antonio Mendez nella squadra di agenti sotto copertura, ed era stata proprio sua l’idea d’inventarsi un finto film, per approdare in terra iraniana e poter così prelevare i sei fuggitivi statunitensi, facendoli passare per membri della troupe hollywoodiana.
Quello che Mendez ha racchiuso tra le pagine, è un prezioso resoconto, arricchito dalla qualità narrativa data dalla collaborazione a quattro mani con lo scrittore Matt Baglio. Il risultato è una lettura scorrevole e avvincente, che riesce a far entrare il lettore senza difficoltà nella narrazione, dapprima ripercorrendo un contesto storico dominato dalla guerra fredda e da difficili rapporti diplomatici internazionali e mediorientali, in seguito illustrando i momenti salienti di un’operazione ai limiti dell’inverosimile. In poche parole, non c’è tempo per la noia, i vari capitoli si addentrano nel mondo segreto degli agenti operativi della CIA, ma anche in quello di persone comuni, che si ritrovano a vivere il periodo più drammatico e inaspettato della loro vita. Gli autori ce li presentano al meglio, mettendo in luce le singole personalità e spostando la narrazione anche dal loro punto di vista. Il libro Argo è una finestra aperta su una pagina di storia, che è rimasta segreta fino a quando Mendez non ha deciso di raccontarla nei minimi dettagli. Consiglio la lettura.


- La trasposizione cinematografica


Dalla storia di Mendez è stato tratto anche un film, in visione nei cinema italiani dall’otto novembre 2012, naturalmente non poteva che chiamarsi Argo, ed è straordinario come a volte la realtà superi la fantasia. Dopo tanti anni, quella finta pellicola dall’omonimo nome è riuscita veramente ad approdare sul grande schermo! La fantascienza stavolta non c’entra nulla, la trama ovviamente è incentrata sull’azione e sul thriller. Il film Argo è di produzione statunitense, la regia è di Ben Affleck, che qui interpreta anche il ruolo di protagonista, vestendo i panni di Tony Mendez. Tra gli altri attori troviamo John Goodman, Bryan Cranston, Alan Arkin, Rory Coc Hrane, Tate Donovan, Chandler, Kerry Bishé. Le riprese sono state girate in varie location, il set si è spostato tra Los Angeles, Washington e Istanbul, catturando scenari di grande impatto visivo. La trama cinematografica ripercorre il filo della vicenda raccontata da Mendez, intrecciando drammaticità e azione e inserendo qualche licenza narrativa ad effetto. Il tutto condito da una bella colonna sonora. Consiglio la visione.

- Il trailer del film


38 commenti:

  1. Il film mi è piaciuto molto come sai, se la lettura del libro è scorrevole e non in stile "saggio" potrei anche farci un pensiero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Babol, ti consiglio la lettura, il libro non è in stile saggio, riesce davvero ad appassionare. Inoltre, dal momento che hai visto il film, è interessante confrontare i vari passi della vicenda.

      Elimina
  2. Grazie, è stato un piacere leggere questo articolo.
    Sara
    (una delle due traduttrici del libro)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Sara, è un piacere averti sulle pagine del mio blog. Con il libro avete fatto un ottimo lavoro.

      Elimina
    2. Grazie.
      E complimenti per l'attenta citazione dei nomi dei traduttori sul blog, non è così consueto.

      Elimina
  3. DALLA TRAMA SEMBRA AVVINCENTE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Mara, la storia è coinvolgente e pensare che si tratta di una vicenda reale rende l'insieme ancor più speciale.

      Elimina
  4. Quello che più impressiona é che si tratta di una vicenda realmente accaduta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Adriano, poter conoscere i particolari di quella missione segreta direttamente da chi li ha vissuti in prima persona rende la lettura un'esperienza unica.

      Elimina
  5. Sapevo del film ma non del libro. Sarei più interessata alla lettura che alla visione, anche se Ben... eh merita ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Laura, il libro è bello e ringrazio chi mi ha dato la possibilità di leggerlo così tempestivamente.Tuttavia, anche il film è imperdibile e non posso che trovarmi d'accordo con la tua affermazione, Ben Affleck oltre a essere bravo è proprio un bel ragazzo!

      Elimina
  6. Grazie davvero per tutte le informazioni che hai scritto... una vera 'bibbia' questo post, complimenti! Il film l'ho visto, l'ho recensito e l'ho consigliato. Perchè è davvero bello. Bravissimo Ben Affleck, ormai davvero una splendida conferma dietro la macchina da presa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Complimenti a te Kelvin, ho appena letto il tuo articolo su Solaris (non sono riuscita a commentarlo), scrivi davvero bene, tornerò a visitare le tue pagine.

      Elimina
  7. dev'essere un libro bellissimo...da leggere assolutamente,ma anche il film sara' bello da vedere,grazie delle info ^_^

    RispondiElimina
  8. Il film proverei a guardarlo, ma il libro richiede più tempo e non sembra il mio genere...anche se uno può ricredersi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Letizia, il libro è bello ma poco impegnativo, la lettura è scorrevole, tuttavia ti capisco, anche io di solito preferisco i film, ma stavolta mi hanno dato la possibilità di recensirlo mandandomelo in regalo.

      Elimina
  9. Il tuo blog è molto interessante e carino :D sono contenta di essere una nuova follower :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giusy, è piacere averti tra i miei follower.

      Elimina
  10. davvero molto interessante il tuo blog complimenti mi sono unita volentieri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maryen, felice di averti tr i miei follower.

      Elimina
  11. devo vederlo il film, grazie per la segnalazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona, il film è molto bello, grazie.

      Elimina
  12. molto bello il tuo blog, passerò a leggerti!
    grazie per il passaggio da me, sono una tua nuova follower.
    Un bacio Carmen!
    http://megliounuovooggi.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Carmen, tornerò ancora a leggere sul tuo blog :-)

      Elimina
  13. nuova follower mi piace il tuo blog passi da me http://piacevolitentazioni.blogspot.it/ http://lemieelevostrepassioni.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ursula, grazie, passo subito sui tuoi blog. A presto :-)

      Elimina
  14. Risposte
    1. Ciao Loris, grazie della visita sul mio post :-)

      Elimina
  15. Passo per augurare un Buon Natale ed un buon 2013.
    Costantino.

    RispondiElimina
  16. Salve,
    augurandoti un felice 2013, ti invito a votare i migliori film del 2012 sul mio blog. Nella pagina trovi anche il link per votare come "blogger cinematografico". Ovviamente, l'invito è esteso a tutti i blogger di cinema qui di passaggio che non sono ancora riuscito a contattare e a tutti i visitatori amanti del cinema!

    RispondiElimina
  17. Un film davvero stupendo recensito con vera passione, grazie

    RispondiElimina
  18. ...un passaggio per un piccolo saluto friulano... mandi mandi ...Loris....

    RispondiElimina
  19. Ciao, è davvero bello questo post, ed anche il tuo blog
    Mi sono appena unita ai tuoi lettori fissi, ti va di ricambiare e seguirmi?
    Ti aspetto qui
    http://elefantest89.blogspot.it/

    RispondiElimina
  20. ..davvero interessante, grazie per tutte le info!!!

    RispondiElimina
  21. Mascella di ferro si sta dimostrando un ottimo regista. The Town e Gone Baby Gone sono li a dimostralo.

    RispondiElimina
  22. ciao tiziana ti lascio un saluto, buon weekend :)

    RispondiElimina

Guadagna online

beruby.com - Guadagna acquistando online