Benvenuti!

Benvenuti! Qui troverete Libri e Film, con Trama (un po'), Recensione e Trailer

lunedì 13 dicembre 2010

- La Ragazza Del Lago


Genere: Thriller

Regia: Andrea Molaioli
Sceneggiatura: Andrea Molaioli e Sandro Petraglia
Scenografia: Alessandra Mura
Effetti Speciali: Paola Trisoglio, Stefano Marinoni
Costumi: Jessica Zimbelli
Fotografia: Ramiro Civita
Montaggio: Giogio Franchini
Musiche: Teho Teardo

Attori e Personaggi: Toni Servillo (Commissario Sanzio), Valeria Golino (Chiara Canali), Fabrizio Gufini (Corrado Canali), Fausto Maria Sciarappa (Ispettore Lorenzo Siboldi), Anna Bonaiuto (Moglie di Sanzio), Giulia Michelini (Francesca), Nello Mascia (Alfredo), Marco Baliani (Davide Nadal), Denis Fasolo (Roberto), Franco Ravera (Mario), Omero Antonutti (Padre Mario), Sara D'Amario (Dottoressa Giani)

Trama, Recensione e Trailer
Zona Del Friuli - Alcuni strani accadimenti arrivano a stravolgere la sonnacchiosa quotidianità di una piccola comunità montana. All'inizio è una bambina scomparsa a destare preoccupazione, si teme possa esserle capitato qualcosa di veramente brutto, o ancora peggio, che il suo non ritorno a casa, possa celare l'ombra di qualche maniaco pedofilo. Per indagare sul caso, arriva in paese il commissario Giovanni Sanzio, che con calma e razionalità e una buona dose di fortuna, rimette subito la questione sulla strada della verità. Comunque per l’uomo di legge non è ancora il momento di ripartire, altri misteri si affacciano all’orizzonte e stavolta sono più intricati che mai.
Il corpo di una giovane donna nuda viene ritrovato sulle sponde del lago adiacente la cittadina. Si tratta di Anna, una bella ragazza appassionata di hockey, che come viene poi a sapere il commissario, era solita allenarsi vicino a quel suggestivo specchio d'acqua.
- E' annegata o è stata uccisa? 
E’ la domanda che nell'immediato si pongono gli sbigottiti abitanti del posto e i pochi uomini intervenuti sulla scena del ritrovamento. 
 - Glielo avevo detto di non avvicinarsi troppo, questa è la stagione del serpente. E’ stato il serpente a farla addormentare, mai avvicinarsi troppo al lago!
E' quel che invece sostiene un ragazzo che abita poco lontano dal posto. Pare essere l’unico testimone dei primi momenti antecedenti il ritrovamento, ma non ci sta molto con la testa, come dar credito a una simile sconclusionata spiegazione?
Purtroppo sembrano esserci segni inequivocabili, la morte della giovane non sembra affatto accidentale. Così quel che doveva essere una breve e temporanea presenza di lavoro, si trasforma per Giovanni Sanzio, in una permanenza a tempo indeterminato. Ormai la sua priorità assoluta è cercare di far luce in quel che diventa un giallo sempre più intricato. Tante sono le persone da interrogare, tutte in qualche modo hanno avuto a che fare con la povera Anna. Non resta altro che cercare la verità...

- Il film è ispirato alla storia di un libro della scrittrice norvegese Karin Fossum, dal titolo Don't Look Back, in italiano Lo Sguardo Di Uno Sconosciuto.
Per questo adattamento cinematografico, il regista romano Andrea Molaioli, ha scelto di cambiare l'ambientazione della storia, collocandola non nella lontana Scandinavia, ma nel più familiare e amato Friuli. Così a fare da sfondo alle scene, troviamo bellissimi panorami, verdi valli e scorci suggestivi, una scenografia dominata da una natura superba, dagli intensi toni cromatici.
La Ragazza Del Lago può vantare una trama semplice e coinvolgente, fatta di normalità e mistero, si snoda in una quotidianità che potrebbe essere quella di tanti.
I personaggi sono tratteggiati dando risalto alla loro umanità, ambiguità e grande sofferenza interiore. Tutti, in modo più o meno diverso, sono presi dai problemi della vita, che spesso li ha sottoposti a prove fin troppo dure. Ognuno di loro sembra nascondere qualcosa e potrebbe essere un potenziale colpevole. La cosa contribuisce a mantenere viva la curiosità e l'interesse nello spettatore, senza che ci sia bisogno di grandi effetti speciali o trovate orripilanti. Qui non ci sono scene sanguinolente o di eccessiva violenza, siamo su toni più tranquilli, pacati, ma allo stesso tempo la trama riesce a mantenere sempre una certa suspense, la tensione è mantenuta viva in modo semplice ed efficace, quel che colpisce è l'intreccio sommerso, la quotidianità e il vissuto dei vari protagonisti. Una buona caratterizzazione di questi ultimi, contribuisce a dare ancor più valore all'insieme.
Tra gli attori, un Toni Servillo in gran forma recitativa, tocca al suo personaggio, il commissario Giovanni Sanzio, cercare di riportare in superficie eventuali segreti celati nella calma apparente di una sonnacchiosa realtà di provincia, dove le acque placide e verdi del lago, sanno essere incantevole scenario o inquietante location.

Curiosità: il film, nel 2008, ha vinto ben dieci David Di Donatello!
I premi sono stati assegnati come miglior film, miglior regista, miglior regista esordiente, miglior produttore, miglior attore protagonista, miglior sceneggiatura, miglior direttore della fotografia, miglior montatore, migliori effetti speciali visivi, miglior fonico di presa diretta. Basta solo questo a ribadire la qualità di questo film italiano. Non posso che consigliarne la visione, merita davvero.

Durata del film: un'ora e trentacinque minuti

9 commenti:

  1. Un film straordinario! L'ho visto e rivisto.

    RispondiElimina
  2. bellissimo film!!!! L'ho visto e lo consiglio a chi piace il thriller!!
    ciao e buona giornata!!

    RispondiElimina
  3. Mi unisco a te e a chi mi ha preceduto nei commenti: consigliatissimo!

    RispondiElimina
  4. bel film , lo consiglio anch'io

    RispondiElimina
  5. Davvero un bel film.
    La Golino si dimostra sempre più una delle migliori attrici italiane di oggi.
    Bellissime le musiche di Teho Teardo!

    Ric

    RispondiElimina
  6. La tua recensione di questa thriller in effetti mi ha incuriosito parecchio anche perché hai fatto una descrizione della trama molto interessante e soprattutto senza che sia stato svelato nulla del finale. Neppure dai blogger.
    Spero che circoli in DVD perché mio figlio possa
    procurarselo e poi farlo avere a me.

    RispondiElimina
  7. uno dei miei film italiani preferiti degli ultimi anni. una sorta di twin peaks de noantri :)

    RispondiElimina

Guadagna online

beruby.com - Guadagna acquistando online